Crea sito

Casca il mondo, casca la terra

 

 

Casca il mondo casca la terra

“Due sconosciute davanti a una vetrina di via Condotti. Basta uno sguardo perché un anno intero scorra nella mente di Vittoria. E come a un animale in pericolo, l’istinto le suggerisce un passo che solo una persona tenace come lei può osare. In un attimo ha deciso: la splendida donna che le sta accanto, Laura, anzi, Lalli, come la chiamava suo marito Alberto nei suoi teneri sms, deve diventarle amica.”

Leggendo la trama mi aspettavo una lotta tra due donne, scene di liti furibonde tra marito e moglie,  i pianti isterici di un’amante lasciata e la tristezza di un marito che ritorna dalla moglie, e invece… in questo romanzo Catena Fiorello ci regala uno spaccato dell’alta borghesia romana, in una Roma fatta di attici, colf, carriere sfolgoranti, chirurghi estetici, mogli cornificate e  tanto, tantissimo perbenismo. Ma la storia di Vittoria è anche, e soprattutto, una storia colma di tristezza, di delusioni, di insicurezze, di una vita familiare perduta ( o forse mai esistita) tra una cena di gala e una vacanza a Cortina.

Vittoria ha sempre avuto un unico scopo: emanciparsi dalla sua povera famiglia, lasciare la Puglia, vivere una vita piena di agi e ricchezze. E’ sempre stata tenace e ce l’ha fatta: ha sposato Alberto, principe del foro ed esponente di una famiglia di spicco della Roma-bene, hanno avuto due figli, un matrimonio felice, sono stati per anni i protagonisti indiscussi dell’alta società. Poi, un giorno, tutto cambia: Vittoria scopre il tradimento, vede il suo mondo perfetto messo in pericolo dalla scialba commessa Laura e decide di diventarle amica. Vuole capire dove, come e cosa ha sbagliato. Inizia cosi l’amicizia tra le due donne, un’amicizia che porta Vittoria a compiere un viaggio nell’Inferno dorato della propria esistenza. Giorno dopo giorno acquisisce la consapevolezza di aver vissuto una vita di facciata, ma soprattutto di avere solo interpretato il ruolo di madre e di non esserlo mai stata veramente.

Il personaggio principale è costruito in maniera impeccabile: inizialmente è una donna odiosa, acida, presuntuosa ( insomma alla seconda pagina l’avrei strozzata!) ma con l’evolversi della storia emergono le sue debolezze, le sue riflessioni e i suoi pianti la rendono “umana” e, alla fine non si può che amarla. Attorno a Vittoria ruota il suo mondo familiare, il marito e i figli, anch’essi ben caratterizzati ed in grado di suscitare empatia.

Insomma “Casca il mondo, casca la terra” e’ un romanzo molto coinvolgente e, oserei dire, doloroso. Grazie alla sapiente scrittura di Catena Fiorello ci si ritrova catapultati nell’esistenza e nell’anima della protagonista e inconsciamente ci si pongono i suoi stessi interrogativi sui valori della vita, sull’amore e sulla famiglia. Tuttavia è una lettura molto scorrevole che si divora in pochissimo tempo.

Buona lettura!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.

Copyright © 2017 tralerighedelmondo.altervista.org All Rights Reserved.