Crea sito

” La verità e altre bugie”

Eccomi con un’altra recensione! Il periodo non è dei migliori: un trasloco in atto, mia figlia che inizia a camminare e mille cose da gestire. Ma io persevero, continuo a leggere ed a scrivere di ciò che leggo.

Oggi vi parlo de “La verità e altre bugie” il romanzo d’esordio di Sascha Arango edito da Marsilio.

81fao-2+LWL

Scrittore di bestseller di fama internazionale, Henry Hayden è un quarantenne elegante e di successo che vive appartato in una splendida villa sul mare. Le donne lo adorano e la vita gli sorride. La sua esistenza così perfetta rischia però di incrinarsi il giorno in cui la sua giovane amante, nonché editor, gli rivela di essere incinta. Un imprevisto che, insieme alla serenità coniugale, rischia di costargli la carriera: ma davvero raccontare tutto alla moglie, la donna paziente e silenziosa al suo fianco da anni, è l’unica possibilità che gli resta? Novello Mr Ripley, l’uomo il cui nome compare su milioni di copertine nelle librerie di tutto il mondo è anche un pericoloso, irriducibile bugiardo con un passato pieno di ombre. Un errore fatale farà però sì che il suo piano di sopravvivenza subisca una brusca virata, costringendolo a escogitare sempre nuove menzogne per coprire le precedenti.”

Dopo la delusione de “La sopravvissuta” avevo voglia di un bel thriller, così dalla lunghissima lista di libri da leggere ho scelto questo. Ad essere sincera, l’ho approcciato con un po’ di quel sano scetticismo che mi suscitano i libri osannati dalla critica e invece, devo ammettere che è proprio un bel libro. Ben scritto, cattura il lettore fin dalle prime pagine grazie anche all’ ambientazione (tempeste e scogliere a picco sul mare hanno sempre un certo fascino) e al ” sempreverde”  triangolo amoroso : lui che non sa come lasciare la moglie, riflessioni e tentennamenti e, alla fine, il delitto passionale. A Sascha Arango va riconosciuto il merito di aver saputo creare una trama insolita attorno a una” storia già vista”, arricchendola con personaggi particolari, accadimenti tragicamente ironici e continui colpi di scena fino al finale inaspettato, direi perfetto.

Henry Hayden cinico, violento e calcolatore o lo si ama o lo si odia. Il suo passato oscuro, e per lo più sconosciuto, viene solo accennato lasciando cosi al lettore la possibilità di immaginare la sua vita precedente ( e, perché no, all’autore la possibilità di scrivere il seguito). La moglie Martha, è la grande presente- assente della storia. Donna remissiva, quasi ascetica,isolata nel suo mondo fatto di parole, sarà invece colei che, insieme a fortunate coincidenze, tesserà la tela del destino di Hayden. La giovane amante Betty, bella e avvenente co-artefice, insieme a Martha, del successo di Hayden. Per quanto il suo sia un ruolo centrale, è un personaggio abbastanza insulso. L’autore ne descrive la bellezza, il carattere altero ma anche la “poca intelligenza”.  Insomma Betty è un personaggio che, se meglio sviluppato, avrebbe potuto dare molto di più alla storia.  E lo stesso vale per il pescatore bosniaco amico di Hayden, personaggio secondario ma d’importanza fondamentale per la risoluzione della vicenda.  

Che dire, quello di Sascha Arango è sicuramente un grande esordio con, ahimè, qualche mancanza ( del tutto perdonabile) che spero non si ripeta in un (spero) prossimo romanzo.

A presto e buona lettura!

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.

Copyright © 2017 tralerighedelmondo.altervista.org All Rights Reserved.